Lobo Gilderoy Zoolander

Cosa non fare… ma non solo a Capodanno

In Cinema, Recensione on 14 novembre 2018 at 11:40 pm

Cosa fai a Capodanno?

Set: baita in montagna. Protagonisti: gruppo terogeneo di scambisti.
Azione: situazione che evolve in manietra inattesa e che porta a galla problematiche di varia natura mettendo in contrasto i protagonisti.
L’esordiente regista XY confezina il suo Ultimo Capodanno di cui nessuno sentiva, sinceramente, il bisogno.Nella fiera della banale ovvieta si consuma la punizione dell’ignaro spettaore di fronte all’ennesima riproposizine di temi triti e ritriti.
Ad aggravare un quadro povero di contenuti, ci pensa una forma sciatta e discutibile con citazioni terribili, dal quadretto Mantegna alla Vergine del Tintorretto,passando per citazioni di bass lega a basse di corna.
Assolutamente da evitare.
Annunci

Di fantastico… solo gli animali

In Cinema, Recensione on 13 novembre 2018 at 11:18 pm

Animali Fantastici – I Crimini di Grindelwald

Grindelwald ha tessuto le sue trame che gli consentiranno di evadere e mettere sotto scacco il mondo dei maghi. L’unico con il potere di fermarlo, Silente, non può scendere in campo e allora… resta Scamander.

 

E’ ancora David Yates, la punizione divina per i fans di Harry Potter, a dirigere questo secondo capitolo che benché sia molto più legato al più famoso universo potteriano risulta decisamente più farraginoso.

 

La sensazione dominante è la noia, purtroppo, e la regia non certo epocale non può supplire. Newt continua a guardarci in tralice, gli animaletti imperversano e nessuno sembra avere il coraggio di lanciare Avada Kedavra di fronte al pubblico… triste.

 

 

Caccia al rosso

In Cinema, Recensione on 12 novembre 2018 at 10:28 pm

Hunter Killer – Caccia negli abissi

Un sommergibile americano viene affondato nel Mare del Nord e subito un’altro viene inviato sul posto. La situazione sembrerebbe indicare un coinvolgimento russo molto in alto e il rischio è un’escalation nucleare.

 

Il film viene presentato come Caccia a Ottobre Rosso, ma è molto più vicino ad Allarme Rosso o alla serie Strike Back. Decisamente un film molto anni ottanta: testosterone e battute con tanto piombo.

 

Non ha la finezza di un Bond, né la potenza di un Mission Impossible, piuttosto un Commando d’annata. Ma e non si sta a sottilizzare e ci piace un po’ di divertimento a “grana grossa” è perfetto.