Lobo Gilderoy Zoolander

Archive for giugno 2018|Monthly archive page

Never Forget – Il viale del tramonto di De Palma

In Cinema, Never Forget, Recensione on 28 giugno 2018 at 12:58 pm

Carlito’s Way

“Solo” 25 anni per questo gioiello di De Palma.

 

Carlito Brigante, criminale portoricano di piccolo cabotaggio esce di prigione immaginando finalmente una vita diversa. Maturato, disincantato e stanco sente su di sé i peso di legami che non vuole più. Ma certe vite sono al centro della tela di un ragno che non ti lascia mai libero e Carlito si dibatte disperatamente in questa rete che lo vorrebbe trascinare sempre più giù.

 

La malinconia dell’amore di Carlito per la sua vecchia fiamma, Gail, una sorta di ancora nella sua vita, che però non sa se può ancora tenerlo lontano dalla tempesta è l’unica nota al di fuori di un mondo di spietati fuorilegge.

Carlito è quello che sarebbe diventato –forse- Tony Montana se avesse fatto 30 anni di galera.

Lo show down finale è girato da Brian De Palma con una maestria unica nel muovere la steadycam caricando sempre di più l’ineluttabile tragedia.

 

Indimenticabile Sean Penn nei panni dell’avvocato di Carlito, David Kleinfeld, vero motore del destino del portoricano, una prestazione da Oscar, ma sono gli occhi di Pacino, il suo sguardo che parla da solo, che danno vita al mondo di Carlito Brigante.

Carlito’s Way è una tragedia che riesce a dipingere il mondo della disco e della cocaina meglio della Febbre del Sabato Sera.

Un film che va rivisto almeno una volta ogni 5 anni emozionandosi sempre pur sapendo come andrà a finire.

Annunci

Welcome back Jason

In Cinema, Recensione on 20 giugno 2018 at 10:02 am

Tully

Marlo è la classica madre allo stremo: terza gravidanza, gli altri 2 figli da seguire (di cui uno con un problema di emotività), marito in carriera, casa che succhia le energie… ma ecco la soluzione: una tata notturna, Tully, per permetterle di dormire e recuperare parte della sua vita…

 

Jason Reitman torna tra noi, finalmente, e riesce a restituirci uno spaccato di vita reale condito da ironia e un pizzico di cinismo così da divertire e far riflettere.

 

La Theron, ancora una volta, dimostra la sua versatilità, grazie anche alla “spalla” Davis. Un film che ci ricorda i pericoli della routine, ma che non ci da soluzioni, ma solo spunti…notevoli.

Pochi gradi di separazione… dalla noia

In Cinema, Recensione on 18 giugno 2018 at 1:06 pm

La Stanza delle Meraviglie – Wonderstruck

 

Tratto dal libro di Brian Selznick, narra la vita parallela di Ben (1977) e Rose (1927) uniti dalla sordità e dalla necessità di una ricerca personale che li porterà a New York. Tutti e due inseguono qualcosa di grande che li potrebbe rendere grandi.

 

Il film, purtroppo, è una sorta di esperimento di Haynes che cerca di calare lo spettatore nella realtà dei protagonisti facendo un film -in parte- muto. Lodevole nell’intento, ma distruttivo nella visione.

 

Tutto troppo lungo e dilatato per restare piacevole a dispetto di una storia emozionante, forse l’adattamento di un altro autore e non o stesso del libro avrebbe giovato. Tedioso.

E non finisce qui…

In Cinema, Recensione on 18 giugno 2018 at 12:34 pm

Avengers – Infinity War

E ci siamo, Thanos è deciso a completare il suo Guanto dell’Infinito, per farlo gli servono le Gemme che hanno gli Avengers ed è disposto a sacrificare qualsiasi cosa e qualsiasi mondo per ottenerle. Il piano? Dimezzare la popolazione dell’universo per evitare che imploda su se stesso.

 

Il miglior film degle Avengers, e su questo non v’è dubbio alcuno! Al di la dell’ottimo bilanciamento tra azione e storia, bisogna riconoscere ai registi Anthony e Joe Russo, di aver saputo gestire una vera marea di personaggi, con svariate prime donne.

 

La vera forza di questo capitolo degli Avengers, però, è nell’antagonista: Thanos è mosso da propositi ben più profondi della semplice conquista e Brolin riesce a dargli una dimensionalità unica. Il vero problema sarà il futuro: come gestire il sequel, senza renderlo una pagliacciata, dopo epilogo?

Solo un film

In Cinema, Recensione on 13 giugno 2018 at 8:34 am

Solo – A Star Wars Story

La giovinezza di Han Solo, ovvero come nasce un mito, come incontra Lando, prende il Falcon, fa amicizia con Chewe, conosce l’amore, rimedia la pistola ne tutta questa specie di cose…

 

L’idea ci sarebbe pure, ma se prendi un attore -l’action figure Alden Ehrenreich (impronunciabile tra l’altro)- che viene letteralmente “mangiato” dal comprimario (non da Chewe) e che ha l’ironia di un citofono, non parti benissimo e a saltare nell’iperspazio ce ne vuole.

 

Non paghi di tutto ciò, alla Disney hanno pensato bene di creare una sceneggiatura a tappe forzate, e obbligate, che se presa per un normale film d’azione sarebbe pure passabile, visto che è stata meticolosamente studiata a tavolino, ma per un capitolo di Star Wars è inaccettabile, non sembra nemmeno di essere nello stesso universo.

Niente spade laser, niente Forza… niente magia!

Carolina’s 6

In Cinema, Recensione on 13 giugno 2018 at 8:18 am

La Truffa dei Logan

3 fratelli sfigati decidono di cambiare le loro vite grazie ad un colpo decisamente audace e decisamente al di sopra delle loro capacità. La fortuna aiuta gli audaci, ma gli idioti?

 

Soderbergh rimette in scena il suo famoso Ocean (ci ha preso gusto ormai) in una versione “true American”, ambientandolo in modo totalmente diverso, ma con gli stessi meccanismi. L’operazione prevederebbe anche dialoghi brillanti quasi in stile Guy Ritchie.

 

Idea buona, realizzazione leggermente meno, il meccanismo a orologeria funziona -anche troppo- ma i dialoghi a volte non sono così brillanti come i personaggi. Il risultato è un heist movie piacevole, ma che non spacca.