Lobo Gilderoy Zoolander

Archive for gennaio 2014|Monthly archive page

Buyers Club per sopravvivere

In Cinema, Recensione on 28 gennaio 2014 at 7:40 pm

Image

Ron Woodrof è un texano “low class”, eterosessuale e omofobo che si ritrova malato di AIDS a metà degli anni 80. Spacciato sotto il profilo medico, già sepolto socialmente dai suoi amici, non ha nessuna intenzione di mollare e si scoprirà molto più intelligente di quanto egli stesso pensava.

Il ruolo della vita per Matthew McConaughey che sancisce la sua seconda ottima vita di attore con questa prova in odore di Oscar. D’altronde il suo compagno di viaggio, Jared Letho, non è assolutamente da meno e insime dimostrano che con soli 5 milioni di dollari e 20 giorni si può fare un gran bel film.

Opera non per tutti perché se da un lato ha un forte pathos, dall’altro, vista la materia, non è di facile lettura e soprattutto ha un ritmo tutto suo. Resta comunque anche la validità del messaggio che chi non ha alcuna opzione, deve essere libero di fare le scelte che vuole!

Annunci

A spasso con i dinosauri, ma solo i bambini

In Cinema, Recensione on 24 gennaio 2014 at 4:55 pm

Image

Sulla scia del grande successo televisivo, A Spasso con i Dinosauri approda al cinema con una produzione faraonica, il 3D e grande dispiego di mezzi, decisamente ingiustificati, considerando che il pubblico del film si limita ai bambini in età prescolare o poco più.

Una trama risibile a cui si aggiunge l’assenza dei veri eroi dei bambini: T-Rex, Velociraptor, Pterodattili e cose simili, che compaiono, si ma marginalmente, il che rende tutto una sorta di Valle Incantata in computer graphic senza il necessario bagno di sangue a dargli un appeal.

Rigorosamente per i più piccoli.

Underworld… di Mary Shelley

In Cinema, Recensione on 22 gennaio 2014 at 6:23 pm

Image

Dimenticate il Frankenstein classico e abbracciate un nuovo mito: demoni (cattivi) e gargoyle (buoni) si combattono da sempre a dispetto degli uomini, ma ora nell’equazione c’è un nuovo fattore: Frankenstein, creatura unica e rianimata né uomo, né demone e né gargoyle. Sarà su di lui il fardello della lotta. 

Nulla di nuovo sotto il sole, Stuart Beattie (specializzato in popcorn movies) prende uno dei miti più antichi, lo mescola con quello moderno del film Underworld, e ci scodella un bel precotto con guarnizione di gran classe.

 Spettacolare sicuramente, con effetti speciali più che discreti ed un protagonista che sa anche recitare, I, Frankenstein è un prodotto perfetto per i teenager con una trama lineare, senza picchi e con poche cadute. Per gli altri, ovviamente, è il caso di passare la mano.

70 anni, suonati, e sentirli tutti

In Cinema, Recensione on 16 gennaio 2014 at 3:07 pm

Immagine

Un procuratore (Fassbender) decide di “arrotondare” il suo stipendio, per compiacere la sua nuova fiamma (Cruz), comprando un carico di coca da un suo ex cliente (Bardem) e la sua amante (Diaz). Con l’aiuto di un narcotrafficante (Pitt) mette su l’affare, ma gli imprevisti si accavalleranno. 

Il vecchio Ridley torna in pista con la formula collaudata che gli consente di fare film mediocri e spacciarli per capolavori: trama scontata, ottima fotografia e un cast stellare. Ovvio che quando schieri Brad Pitt, Michael Fassbender, Javier Bardem, Penelope Cruz e Cameron Diaz, tre quarti del lavoro è già fatto e non per nulla il poster te li sbatte in faccia tutti senza bisogno di dire altro. 

In un film all’insegna dello scontato e del primissimo piano, passerà alla storia solo l’audace Cameron nella sequenza più sexy/trash che il cinema americano abbia mai visto negli ultimi dieci anni, Alvaro Vitali ha sicuramente preso qualche appunto per il prossimo “Pierino”.

Altri 2 giorni con la Delpy

In Cinema, Recensione on 9 gennaio 2014 at 6:37 pm

Image

Ancora una volta in scena le differenze tra francesi e americani. Questa volta la famiglia di Marion si imbarca per andarla a trovare a New York e la breve permanenza sarà occasione di scontri di vario tipo.

Un fiume in piena di parole che, insieme all’esuberanza della Delpy, rischia di travolgere lo spettatore seppur in modo piacevole. Di fatto lei da vita al film.

Personaggi che si ritrovano dal precedente episodio ambientato a Parigi, ma anche qualche novità. Un Chris Rock diverso dal solito, ma forse meno efficace di Adam Goldberg.

Questo è 2 Giorni a New York, della serie: se amate il teatro.

Jake La Motta vs. Rocky Balboa

In Cinema, Recensione on 8 gennaio 2014 at 6:05 pm

Image

Più che Il Grande Match, il grande spareggio, I due vecchi leoni degli anni 80 che non avevano ancora avuto modo di sfogare la loro vecchia rivalità, sia dentro che fuori dal ring, hanno l’occasione di farla finita una volta per tutte. 

Il fatto che Stallone e De Niro rischino il colpo apoplettico sul ring è forse una delle cose migliori di un film che sa esattamente quale è il suo posto: commediola leggera e senza pretese con la capacità di ironizzare sul loro passato, dei due grandi vecchi.

La parte “sentimentale” è quella che convince meno, anche perché Kim Basinger non è Talia Shire (fortunatamente per lei).

Pastiera batte panettone

In Cinema, Recensione on 1 gennaio 2014 at 10:30 am

Image

L’anno scorso La Migliore Offerta fece il vuoto nella classifica degli incassi grazie si all’essere un bel film, ma soprattutto grazie ad un’astuta uscita di Capodanno in solitaria. Quest’anno si sono messi tutti appollaiati li per cercare di sfruttare la “mossa furba”, Warner Bros compresa.

Carmela, partenopea doc, ha cambiato il suo nome in Cristina e si è costruita una perfetta “vita nordica”. Quando il fratello Ciro le piomba in casa –agli arresti domiciliari- la sua bella favoletta rischia di sgretolarsi.

Luca Miniero calca i terreni noti del contrasto nord-sud con una commedia dallo spessore decisamente maggiore dei cinepanettoni natalizi. Grazie ad un cast notevole –che è quello che di fatto fa fare il salto di qualità- riesce a convincere lo spettatore e a regalare un paio d’ore divertenti anche se la “moraletta” sulla famiglia forse potevamo risparmiarcela.