Lobo Gilderoy Zoolander

Archive for maggio 2014|Monthly archive page

Tom ricomincia da capo

In Cinema, Recensione on 28 maggio 2014 at 7:58 am

Immagine

 

Edge of Tomorrow – Senza Domani

La terra è invasa da misteriosi alieni e… stanno vincendo! Il maggiore Cage si trova catapultato al fronte come una qualunque recluta, ma con un bonus: ogni volta che muore la sua giornata riparte dall’inizio e può cambiare gli eventi.

Tom torna in formato fantascientifico dopo l’asettico Oblivion si sporca a dovere in questa sorta di mix tra Fanteria dello Spazio e Ricomincio da Capo dove violenza e bagni di sangue sono all’ordine del giorno, insieme anche a qualche battuta ironica.

Cruise regge benissimo –nonostante le 50 primavere- la scena, Emily Blunt forse un po’ meno, ma c’è tanta CGI e un discreto 3D a “pompare” il tutto insieme ad una trama piuttosto solida.

Per gli appassionati di fantascienza, il divertimento è assicurato e la spettacolarità anche con i fantaccini che se ne vanno a spasso in esoscheletri potenziati e armi “grosse”.

Stupirà Tom in versione un po’ vigliacco, un po’ incapace e molto poco “Cruise”, ma niente paura, le cose cambieranno…

 

Annunci

Elementare caro Watson, elementare…

In Recensione, Serie TV on 24 maggio 2014 at 5:11 pm

Immagine

Elementary

L’incarnazione ed attualizzazione più recente, forse motivata dal successo “spaziale” di Sherlock, del detective di Arthur Conan Doyle. Questa volta Holmes è un ex eroinomane, sociopatico, affiancato da un Watson donna medico e consulente. Intorno a loro orbitano, opportunamente rivisitati, i vari personaggi che ci si aspetta come Moriartry (qui in versione femminile e fascinosa), Lestrade (commissario in disgrazie) e, ovviamente, Mycroft.

La serie in molte puntate non si discosta dai canoni classici del giallo, episodi  a se stanti in cui il nostro eroe mete in mostra il suo acume deduttivo tra lo stupore degli astanti. Anche la caratterizzazione di Holmes a volte non stupisce più di tanto (introverso, instabile un po’ brit-nerd). La vera marcia in più sono i rapporti tra Holmes e Watson e soprattutto con il fratello, oltre alle sottotrame che man mano diventano più preponderanti.

Se la prima stagione è stata più introduttiva ed ha saputo stupirci grazie, essenzialmente, all’introduzione dei vari personaggi, la seconda si impenna decisamente. Il finale, in ben 4 episodi, è di quelli mozzafiato, totalmente coinvolgente e di grande spessore. Complimenti quindi a questa ulteriore incarnazione del detective più famoso del mondo ormai sdoganato da pipa e cappello.

Aspettiamo la stagione 3!

Un salto nel futuro per cancellare il passato

In Cinema, Recensione on 20 maggio 2014 at 5:42 pm

Immagine

X-Men – Giorni di un futuro passato

Il futuro è un luogo oscuro dominato dalle Sentinelle di Boliver Trask. I Figli dell’Atomo sono ormai ridotti al lumicino e l’unico modo per cambiare questo stato di cose e tornare indietro nel tempo e cambiare il passato. Wolverine sarà il prescelto per un’impresa quasi impossibile.

Si torna “a bomba”, ad iniziare dal regista, Singer, che si riprende le sue creature e getta un colpo di spugna sullo scempio targato Ratner. Storia complessa ed intrecciata con un continuo affiorare di volti noti e di personaggi che richiamano il fumetto.

X-Men funziona, diverte ed appassiona grazie al fatto che c’è una storia. Sotto il profilo tecnico spettacolare è notevolissimo e anche l’umorismo ha la sua parte (grazie a Wolverine). Il 3D invece ha del superfluo.

Le dimensioni contano

In Cinema, Recensione on 13 maggio 2014 at 9:16 am

Immagine

Godzilla

Reboot (di nuovo) del nipponico mostrone. Questa volta Godzilla emerge dagli abissi oceanici per combattere dei mostri preistorici che stanno devastando il pianeta.

In primis Godzilla è tornato “ciccione” dopo la parentesi “Jurassic Park” del precedente film, eccellente! Effetti stratosferici ed ottimo 3D al servizio di una storia che parte bene (ottime le idee sull’insabbiamento) e finisce male come il peggiore dei teen-movies.

Il protagonista, abituato a “scalciare culi”, non funziona e il film praticamente finisce insieme all’attore vero: Bryan Cranston. Grandi botte tra Godzilla (veramente notevole) e i mostri cattivi (un incrocio tra Predator e quelli di Starship Troopers) fino al limite della noia.

Sepolto… in auto

In Cinema, Recensione on 1 maggio 2014 at 3:44 pm

Immagine

Locke

Ivan Locke, ingegnere alla vigilia di una colata di cemento essenziale per il grattacielo che sta costruendo, lascia il cantiere, il lavoro, la famiglia e tutto quanto per guidare alla volta di Londra per una scelta difficile.

Cinefilamente parlando un capolavoro assoluto, fruibilmente parlando -per il grande pubblico- una punizione medioevale di 90 minuti. Questo in due parole Locke.

Girato in tempo reale e interamente in auto, dove Tom Hardy guida da solo e parla al telefono, il film è una sorta di soliloquio all’interno dell’anima di un uomo diviso in due, ma terribilmente determinato. Difficile da vedere, ma appagante per chi cerca qualcosa di profondamente diverso.

So long, Paul

In Cinema, Recensione on 1 maggio 2014 at 11:19 am

Immagine

Brick Mansions

Luc Besson confeziona l remake del suo Banlieue 13, mettendo Paul Walker accanto al re del parkour David Belle. La trama è risibile: poliziotto sotto copertura medita vendetta sanguinaria in un contesto di degrado urbano… va beh.

Un azionaccio senza grandi, anzi nessuna direi, pretese, ma anche l’ultimo film di Paul “Fast&Furious” Walker che comunque resta un’icona del genere e quindi, perdonateci, ma ci scappa pure la lacrimuccia.

Quindi si va a vederlo per le scene d’azione superlative, per Paul -ovviamente- e null’altro.