Lobo Gilderoy Zoolander

Archive for aprile 2016|Monthly archive page

Wyoming

In Cinema, Recensione on 21 aprile 2016 at 2:31 pm

Grotto

Un gruppo di ragazzi si perde in delle grotte (di Frasassi), ma grazie all’incontro con una creatura fantastica, riusciranno a ritrovare la via di casa acquisendo anche maggior coscienza di se.

 

Classica storia di formazione, che sconta però banalità e tempi di narrazione televisivi. I ragazzi non sono male, la location superlativa ma l’esserino, Grotto, veramente risibile.

 

L’appeal massimo per i più piccoli resta il fatto che Grotto parla ruttando, letteralmente. Inutile dire che la scelta giusta sarebbe mettersi il DVD di Stand by me – Ricordo di un’estate.

Annunci

Un atto di forza?

In Cinema, Recensione on 14 aprile 2016 at 4:28 pm

Criminal

Un agente della CIA viene ucciso, ma è a conoscenza di segreti vitali, pertanto si decide di procedere con un metodo sperimentale per trasferire i suoi ricordi nel corpo di un altro. Jericho Stewart un galeotto incorregibile.

 

A volerla dire tutta, quindi,  abbiamo Jonathan Kent, con la memoria di Lanterna Verde, che divide il letto con Wonder Woman mentre il commissario Gordon cerca di capire cosa sta succedendo insieme a Due Facce.

 

L’idea è quella di confezionare un classico action movie senza grandi pretese, mettendoci dentro dei protagonisti di nome così da poter “pescare il jolly” e magari ritrovarsi tra le mani il nuovo Taken, missione fallita! Altra nota dolente è il villain (sarà perché è l’unico non DC Comics) monodimensionale e prevedibile.

Una sorta di Bourne dei poveri con un finale aperto e decisamente fuori tono.

 

Trailer

Il Giorni di Tuono italiano

In Cinema, Recensione on 7 aprile 2016 at 6:15 pm

Veloce Come il Vento

La famiglia De Martino e una di quelle cresciute in Emilia a gnocco, lambrusco e motori. La giovane Giulia, promessa dell’automobilismo, si trova però in grave difficoltà e l’unico che può tirarla fuori e il fratello tossico, ex-pilota, Loris.

 

Se leggi il nome del regista, Rovere, la tua curva dell’aspettativa è molto bassa, e non è che la “coppia” salga con i protagonisti… sulla carta. Invece, sorpresa! Un grandissimo film con una storia e soprattutto girato come se Tony Scott si fosse impossessato della regia.

 

Un’interpretazione di Accorsi da incorniciare, sarà che essere brutto, sporco e cattivo gli giova, ma veramente è l’attore ritrovato di Radiofreccia. Un film da non perdere!

 

Trailer

Il vero figlio del vento

In Cinema, Recensione on 1 aprile 2016 at 12:21 pm

Race – Il colore della vittoria

Jesse Owens e di come conquistò le famose 4 medaglie,ovvero di come l’America strumentalizzò il suo atleta nero.

 

Il film è il classico biopic sul campione di turno. Questo però è veramente il campione dei campioni o meglio un uomo che ha dovuto correre non solo contro il tempo, ma anche contro tutto e tutti.

 

Potremmo dire che due ore volano via veloci, ma non è esattamente così, di buono c’è, però, la ricostruzione della Germania nazista del ’36 e del suo capo propaganda Goebbels. Di nicchia.

 

Trailer